Bando pubblicato il 31.7.2018
Scadenza per la presentazione della domanda di sostegno: ore 13:00 di venerdì 21.12.2018Scadenza prorogata alle ore 13:00 di giovedì 17.1.2019. Scadenza ulteriormente prorogata alle orer 13:00 del 19.3.2019Scadenza prorogata al 18.4.2019- ore 13:00. Scadenza ulteriormente prorogata al 30.4.2019 - ore 13:00.
Destinatari del bando: 
a) imprenditori agricoli così come individuati dall’articolo 2135 del Codice Civile, singoli ed associati;
b) imprese agricole, singole e associate, titolari di fascicolo aziendale, in possesso dell’iscrizione all’Elenco regionale degli operatori di agricoltura sociale (come stabilito dall’articolo 30 della L.R. 21/2011);
c) soggetti iscritti all’albo regionale delle cooperative sociali di cui all’art. 3 della L. R. 34/2001.
Dotazione finanziaria assegnata al bando: € 138.000,00. Il sostegno è concesso in forma di contributo in conto capitale. Si applica il regime di aiuto “de minimis” (Reg. UE 1407/2013) (CAR 4869).
Per ulteriori informazioni scarica la seguente documentazione:
pdfBando Sottomisura 19.2.6.4A
pdfScheda aiuto de minimis 19.2.6.4A
pdfScheda PSL “Colli Esini San Vicino” 
- Elenco Comuni del GAL “Colli Esini San Vicino” suddivisi per provincia e per aree rurali.
I PIL del GAL "Colli Esini San Vicino" 
F.A.Q.
1) Il requisito del progetto  (paragrafo 5.1.3): ottenere un punteggio diverso da zero relativamente al criterio F3 “Capacità del progetto di generare occupazione"

F3. capacità del progetto di generare occupazione  
Progetto il cui piano aziendale preveda, al termine dell’investimento, l’occupazione aggiuntiva di almeno una unità oltre il titolare dell’impresa. 1
Progetto il cui piano aziendale non preveda, al termine dell’investimento, incremento occupazionale 0

quando si considera soddisfatto?
Il criterio F3 si considera soddisfatto anche con una unità part-time.
2) Localizzazione dell'intervento (aree dove si dimostri una carenza dei servizi proposti (paragrafo 5.5.1 - Criterio A)

A. Localizzazione dell’intervento (aree dove si dimostri una carenza dei servizi proposti)  
Dimostrazione della carenza dello specifico servizio oggetto dell’intervento. 1
Altri progetti 0

Come si può dimostrare che questo intervento è carente nell'area di competenza? 
La dimostrazione della carenza del servizio nel Comune/Area di intresse si traduce in una relazione, eventualmente corredata da dati, circa la presenza o meno di quel tipo di servizio. A titolo esemplificativo: se fosse un servizio per malati di demenza, andrebbe specificato dove sono attualmente i centri Alzheimer, quale è la domanda, se c'è una domanda nel Comune in questione... con dati forniti dal Comune o dall'ASP
3)A pag. 10 nel punto F3 si chiede che il progetto abbia capacità di generare occupazione. Nel caso di asunzioni part-time,  il part-time deve essere valutato su quante ore settimanali? C' è un limite minimo? Potrebberpo essere acceettati anche contratti di assunzione come braccianti agricoli?
L'assunzione generata con assunzioni part-time deve riferirsi a ruoli coerenti con il progetto (dunque molto improbabile che si tratti di braccianti agricoli visto che il bando consente il finanziamento di servizi per anziani, terapie varie, servizi turistici e simili) ed impegni temporali anch'essi compatibili e proporzionati. Se l'azienda vuole attivare  un centro Alzheimer dovrà assumere un operatore qualificato nel settore per un numero di giornate pari a quelle in  in cui viene erogato il servizio 8ad esempio le mattine...).
4) A pag. 10, punto G, deve essere dimostrato il coinvolgimento con attori locali anche attraverso Convenzioni. Come si può dimostrare che sto operando in accordo con l'Amministrazione comunale o con altre Associazioni del territorio? Sono sufficienti autocertificazioni?
Per la dimostrazione degli accordi con il Comune o con altre aziende/soggetti servono almeno delle lettere o meglio convenzioni.