Bando Misura 19.2.7.6A - Interventi di restauro e recupero funzionale beni culturali di proprietà pubblica per attività di servizio e valorizzazione in chiave turistica. Sottomisura c): Restauro, recupero, valorizzazione di manufatti storici minori e siti archeologici di rilievo inseriti in itinerari sovracomunali di fruizione

Bando pubblicato il 20.12.2018
Strategia di aggregazione: Progetti integrati Locali
Scadenza per la presentazione della domanda di sostegno: ore 13:00 del 19.3.2019Scadenza prorogata al 18.4.2019 - ore 13:00. Scadenza ulteriormente prorogata al 30.4.2019 - ore 13:00.


Destinatari del bando: Enti locali, Enti Parco e gestopri di Riserve Nautrali, fondazini ed associazioni senza scopo di lucro. aderenti a Progetti Integrati Locali.
Dotazione finanziaria assegnata: € 465.000,00

Per ulteriori informazioni scarica la seguente documentazione:

- Bando Misura 19.2.7.6A sottomisura c) (CdA 18.3.2019) Sottoposto alla condizione risolutiva dell'approvazione della proposta di modifica della scheda di Misura da parte della Regione Marche. Modifiche approvate con adeguamenti (vedi nota prot 42/2019).

- Modifiche al paragrafo 5.2 "Tipologia dell'intervento" e al paragrafo 5.3.1"Spese ammissibili" (Prot 42/2019)

Bando Misura 19.2.7.6A Sottomisura c) (CdA 18.12.2018)
- Allegato 1 Dichiarazione IVA
- Allegato 2 Dichiarazione Direttore dei lavori
- Allegato 3 CHECKLIST PER LE PROCEDURE DI GARA PER APPALTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i. - Codice dei contratti pubblici (attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE) 
- Scheda PSL “Colli Esini San Vicino”
- Elenco Comuni del GAL “Colli Esini San Vicino” suddivisi per provincia e per aree rurali

I PIL del GAL "Colli Esini San Vicino"

N.B. 

1. Con riferimento al computo metrico da allegare al "progetto di fattibilità" si chiarisce quanto segue:
- il computo metrico delle opere deve essere dettagliato e corredato dall'analisi Prezzi qualora le voci non siano ricomprese nel Prezziario regionale;
- nel caso di arredi ed attrezzature va indicato il prezzo e deve essere allegata una dichiarazione del RUP in cui si attesti che i prezzi evidenziati sono stati determinati mediante indagini di mercato informali tramite ME.PA. o contatti diretti con i fornitori.

2.Circa la problematica relativa al riconoscimento dell’IVA per le spese tecniche con beneficiario pubblico si chiarire che:
- per i beneficiari che non recuperando l'IVA ne inseriscono il valore nell'ambito dei costi di realizzazione, e quindi di rendicontazione, l'IVA sulle spese tecniche è riconosciuta al 22%, ma l'intero valore (imponibile + IVA) è ricondotto al 10% dell'importo delle spese per investimenti strutturali (imponibile + IVA);
Esempio: Lavori computo metrico € 100.000 + IVA al 10% = investimento rendicontato su cui si chiede il contributo € 110.000,00.
Spese tecniche € 10.000,00 + IVA al 22% = spesa rendicontata € 12.200. In questo caso il valore ammesso a contributo per le spese tecniche risulterà di €  11.000,00, equivalente al 10% del costo degli investimenti strutturali”.
Vi invitiamo pertanto ad adeguarVi a detti chiarimenti in sede di inserimento della domanda di sostegno in SIAR.